Google+

Morto Zygmunt Bauman inventore della Società Liquida

Lascia un commento

9 gennaio 2017 di alessiettalessietta


ytyE’ morto oggi a Leeds il Sociologo e Filosofo polacco Zygmunt Bauman. Aveva 91 anni, ed era nato a Poznan il 19 novembre 1925. La notizia è stata data dalla Gazeta Wyborcza. Di origini ebraiche, Bauman si salvò dalla persecuzione nazista scappando in Unione Sovietica nel 1939, dove si avvicinò all’ideologia marxista e arruolandosi in un corpo di volontari per combattere contro i nazisti. Finita la guerra, tornò nel suo Paese e iniziò a studiare Sociologia all’Università di Varsavia dove si laureò in pochi anni. Nel 1968 però fu costretto di nuovo a emigrare in seguito a un’epurazione antisemita messa in atto dal governo polacco e si rifugiò prima in Israele, dove aveva insegnato all’Università di Tel Aviv, poi in Gran Bretagna dove, dal 1971 al 1990, è stato Professore di Sociologia all’Università di Leeds, di cui era diventato professore emerito.

Nel 1998 aveva ricevuto il Premio Theodor W. Adorno della città di Francoforte e nel 2010 gli era stato assegnato, con Alain Touraine, il Premio «Príncipe de Asturias». Sempre nel 2010 era stato fondato in suo onore il «Bauman Institute» presso la Scuola di Sociologia e Politica Sociale dell’Università di Leeds. Tra i suoi lavori più recenti: Modernità liquida (2000), Amore liquido (2003), Vite di scarto (2004), Paura liquida (2006), L’etica in un mondo di consumatori (2008), Cose che abbiamo in comune (2010), Danni collaterali (2011), La scienza della libertà. A cosa serve la sociologia? (2013), Stato di crisi (con C. Bordoni, 2015), Stranieri alle porte (2016).

Bauman è stato uno dei più acuti osservatori della modernità, autore tra l’altro del concetto di «società liquida», efficace allegoria della condizione attuale, in cui regnano l’incertezza e l’individualismo. Secondo il Sociologo, infatti, il tessuto della società contemporanea (sociale e politico) è “liquido”, cioè sfuggente ad ogni categorizzazione del secolo scorso e quindi inafferrabile. Questo a causa della globalizzazione, del consumismo, del crollo delle ideologie che nella postmodernità hanno causato uno smarrimento dell’individuo e quindi la sua esposizione violenta ai cambiamenti della società contemporanea dell’incertezza, che spesso hanno portato a omologazioni collettive per esorcizzare la “solitudine del cittadino globale”, come recita uno dei suoi testi più celebri.

Il mondo di oggi, definito anche postmoderno o tardo moderno, frutto della globalizzazione, non ha né la struttura, né la solidità di un tempo. Le nuove forme di produzione e di rapporti umani sono anonime, liquide, mutevoli, effimere. L’individualismo sfrenato che emerge con la crisi delle comunità, rende fragili i contorni della società e la trasforma, appunto, in una entità liquida.

Bauman in un certo senso ha ribaltato il concetto tradizionale di Sociologia: l’uomo e la società non sono più soggetti passivi, finalizzati ad un’indagine statistica, ma attori la cui conoscenza permette di fare scelte consapevoli. La sua è una Sociologia libera da condizionamenti politici, con la capacità di farsi critica senza pregiudicare l’obiettività. Il Sociologo resta sempre un imparziale osservatore della realtà, anche di quegli aspetti che non sono visibili in superficie. La sua utilità universale è proprio quella di spiegare il presente. Per questo la Sociologia formulata da Bauman è pervasa di umanità, si avvicina alla vita vissuta, alle esperienze individuali che, nel loro insieme assumono una valenza sociale.

Tema a lui molto caro era anche il rapporto con “l’altro” e dunque anche con lo straniero. Soprattutto durante le ultime crisi migratorie che hanno coinvolto l’Europa dopo le primavere arabe e la guerra civile in Siria, Bauman è stato sempre in prima linea a favore dell’accoglienza dei profughi e dei migranti scappati dagli orrori delle guerre. “Detestava la nuova Europa dei muri e del razzismo, nuova perversione della società contemporanea spaventata dalla perdita di un benessere fragile e anonimo e preda di un demone della paura sempre più ingombrante”.

Una delle ultime apparizioni pubbliche in Italia di Bauman è stata ad Assisi lo scorso settembre nell’ambito di un incontro interreligioso per la pace organizzato dalla Comunità di Sant’Egidio e dai frati della località umbra, dove tra l’altro era presente anche Papa Francesco. Anche allora, Bauman parlò della necessità del “dialogo” come la via per l’integrazione tra i popoli.

Arrivederci Professore per me Lei resterà sempre un “solido” punto fermo! RIP!

Alessia Curcio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

gennaio: 2017
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Instagram

Si è verificato un errore durante il recupero delle immagini da Instagram. Verrà effettuato un nuovo tentativo tra qualche minuto.

Statistiche del Blog

  • 23,004 visite

Categorie

Archivi

Sweet about me

Caduta fuori dal tempo

Un diario di bordo ricco di emozioni

Molise a colori

Una piccola regione, tante potenzialità

Iridediluce (Dott.ssa Fiorella Corbi)

L’antica rosa esiste solo nel nome: noi possediamo nudi nomi – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. (Umberto Eco, frase finale del Nome della rosa che cita Bernardo di Cluny)

Sirena Guerriglia Blog

Se tutto è improbabile, nulla è impossibile.

RACCONTI DI SPORT

"L'essenza dello spirito dell'uomo sta nelle nuove esperienze"

Sorrisi di donne

La vita, mia cara, e'un palcoscenico dove si gioca a fare sul serio

'mypersonalspoonriverblog®

Tutti gli amori felici si assomigliano fra loro, ogni amore infelice è infelice a suo modo.

Plumari Sebastiano Aurelio

La forza e la fragilità sono dentro la nostra anima, ogni respiro è unico ed è la consapevolezza dell'essere che ci rende unici.

uaresovain

u probably think this blog is about u

NOAR

Wildsoul

Elisabetta P.

Creative storyteller

Il mio giornale di bordo

Il Vincitore è l'uomo che non ha rinunciato ai propri sogni.

Il suono della parola

dedicato a Guido Mazzolini

Mela Kiwi Limone

piccole pillole quotidiane

È casa o mondo?

Sentirsi a casa in tutto il mondo

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

Lorenzo Manara

Scrittore di romanzi con il cassetto pieno.

Sartago Loquendi

«Fritto misto» di parole, pensieri, poesie

Explicit - sapersi fermare

Una poesia non è mai finita, è solo abbandonata. Paul Valéry

Opinionista per Caso2

il mondo nella fotografia di strada di Violeta Dyli ... my eyes on the road through photography

A Place For My Head

La vita è una commedia per coloro che pensano e una tragedia per coloro che sentono.

Soldier of JUSTICE and LOVE

Come sul terreno dell'Antimafia dei delitti, l'sitituzione principale è la Magistratura, così sul terreno dell'Antimafia dei diritti l'sitituzione principale è l'Educazione"

☆ Pensieri Sparsi di una Psicopatica ☆

●○•°La mia mente è un turbinio di parole sparse che cercano un senso°•○●

Farmacia Capponi dr.Angelo

Camerata Picena AN - www.farmaciacapponi.it - farmaciacapponi@virgilio.it

M e . i n . M i l a n

Viaggio in un Mondo tutto da scoprire! 🌎

la Ciarla

a cura di Giovanni Pistolato

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

LePassepartout

"Scientia est Potentia"

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: